some days around Tuscia

ilp tuscia01.jpgilp tuscia01.1.jpg

ilp tuscia02.jpg

 

Thousands of years ago the land of high Lazio was composed of many volcanoes. One of these erupted and emptied, sinking into a depression that formed a body of water, Lake Bolsena. Burning clouds have escaped from the volcanoes forming the ignimbrites like the nenfro and the peperino, rocks that distinguish the ancient constructions of the province of Viterbo.

There are many archaeological areas around the lake where sarcophagi and Etruscan cinerary urns have been found. Dead’s kit was next to the body inside the box or outside the lid.

 

Migliaia di anni fa la terra dell’alto Lazio  era composta da tanti vulcani. Uno di questi eruttando si è svuotato, sprofondando in una depressione che ha formato uno specchio d’acqua, il lago di Bolsena. Nubi ardenti sono fuoriuscite dai vulcani formando le ignimbriti come il nenfro ed il peperino, rocce che contraddistinguono le costruzioni antiche della provincia di Viterbo.

Tante sono le aree archeologiche attorno l lago dove sono stati rinvenuti sarcofagi ed urne cinerarie etruschi. Il corredo del defunto si trovava accanto al corpo all’interno della cassa o all’esterno del coperchio.

ilp tuscia03.jpg

ilp tuscia04.jpg

Bisenzio was then close to the mineral resources that were appealing to the Greeks. Thank them we owe the influence of some rare geometric decoration prototypes.

In the necropolis of Olmo bello the decoration is “Red on white” and the shape of some askoi recalls birds.

From the decorations of the antefixes on the roofs of the archaeological site of Acquarossa we can understand that the Etruscans had a great passion for wine. Centuries later, Montefiascone made famous his wine, which adopted the curious name of Est Est est, thanks to the equally vigorous passion for the wine of a German prelate and his servant.

Bisenzio si trovava allora vicino alle risorse minerarie appetibili ai Greci. Ad essi si deve l’influenza di alcuni prototipi a decorazione geometrica rari altrove.

Nella necropoli di Olmo bello la decorazione è di tipo “Red on white” e la forma di alcuni askoi richiama gli uccelli.

Dalle decorazioni delle antefisse sui tetti del sito archeologico di Acquarossa si capisce che gli Etruschi avevano grande passione per il vino. Secoli più tardi Montefiascone ha reso famoso un suo vino che ha adottato il curioso nome di Est est est, grazie alla passione altrettanto vigorosa per il vino di un prelato tedesco e del suo servitore.

ilp tuscia05.jpg

ilp tuscia06.jpg

It is at the archaeological site of Acquarossa where we owe the most relevant evidence of the daily life of the Etruscans. The cooking of the foods took place in a niche where earthenware bowls rested on clay-shaped clay supports or, alternatively, on a sort of open and lower cask with a small opening at the bottom.

The weaving and cooking of food was carried out on the same side of the patio next to the pantry of food and utensils.

Rooftops alternated with flat tiles and semi-cylindrical tiles with movable lids to open a skylight or a vent on the flat tile.

E’ al sito archeologico di Acquarossa che si devono le testimonianze più rilevanti della vita quotidiana degli Etruschi. La cottura dei cibi avveniva in una nicchia dove scodelle di terracotta appoggiavano su sostegni fittili a forma di ferro di cavallo o, in alternativa, su una sorta di botte aperta sotto e sopra con una piccola apertura in basso.

La tessitura e la cottura dei cibi erano svolti sullo stesso lato del patio a fianco della dispensa dei cibi e degli utensili.

Sui tetti si alternavano tegole piatte e coppi semicilindrici con coperchi mobili per poter aprire un lucernario od uno sfiato sulla tegola piatta.

ilp tuscia07.1.JPG

ilp tuscia07.2.jpg

ilp tuscia07.jpg

ilp tuscia08.1.jpg

ilp tuscia08.jpg

I can say that I met medieval Viterbo before  visiting it thanks to the beautiful drawings of a Boston illustrator who published his drawings on Urban Sketchers group. His inks are able to reconstruct the timeless atmosphere of this city that appears almost monochromatic, a single earthy color cast. Fred Lynch’s drawings manage to escape an easy, picturesque interpretation of the places. Few are in fact in his drawings the profferli, these curious terraces that are poured out on the streets as if they were flight planes or sheets in the air to lap the street. (in Piazza del Gesù one can be seen  on the right side).

  1. Lynch is not really looking for the picturesque at any cost is witnessed by the drawingchosen for Bagnaia: “only” a fountain in front of a garden open on the landscape of Tuscia.

I also restrain myself, also because  evening is coming and the garden is about to close …

Posso dire di aver conosciuto Viterbo medievale prima di averla visitata grazie ai bei disegni di un illustratore di Boston che pubblicava i suoi disegni su Urban Sketchers group. Le sue chine sono capaci di ricostruire l’atmosfera senza tempo di questa città che appare quasi monocromatica, un’unica colata di colore terroso. I disegni di Fred Lynch riescono a sottrarsi ad una facile interpretazione pittoresca dei luoghi. Pochi sono infatti nei suoi disegni i profferli, queste curiose terrazze che si riversano sulle strade come fossero scalette d’aereo o lenzuola all’aria a lambire distrattamente la via. (in piazza del Gesù se ne scorge uno sul lato destro).

Che Lynch non cerchi davvero il pittoresco ad ogni costo ne è riprova il disegno scelto per Bagnaia: “solo” una fontana a cospetto di un giardino aperto sul paesaggio della Tuscia.

Anch’io mi trattengo, anche perché scende la sera e il giardino sta per chiudere…

ilp tuscia09.1.jpg

ilp tuscia09.2.jpg

ilp tuscia09.jpg

We visit this rich land, full of history and charm in the days when all of Italy from north to south is a bulletin of disasters *.. We feel like in a bubble, almost landed from another planet, ready to welcome even a few hours of sun after rain, wind and escaped flood.

Tuscania offers itself like that, against a blue sky and with its pastel colors.

The sarcophagi of the Etruscan National Museum, not at all idealized faces of women and men, seem to inspire a quiet serenity. Tomorrow it is time to return. We keep the strong impression of terracotta and tuff, of the red of the bare trunks of the cork oaks in the countryside still so intact compared to our disfigured Veneto, so decomposed and surprising compared to the horizon of our flat land in the south of Friuli.

Visitiamo questa terra ricca, piena di storia e fascino nei giorni in cui tutta Italia da nord a sud è un bollettino di disastri *.. Ci sentiamo come in una bolla, quasi atterrati da un altro pianeta, pronti ad accogliere persino qualche ora di sole dopo pioggia, vento e scampata alluvione.

Tuscania si offre così, contro un cielo azzurro e con i suoi colori pastello.

I sarcofagi del Museo Nazionale Etrusco, per nulla idealizzati volti di donne e uomini, sembrano ispirare una quieta serenità. Domani è tempo di rientrare. Rimangono l’impressione forte della terracotta e del tufo, del rosso dei tronchi nudi delle querce da sughero nella campagna ancora così intatta in confronto al nostro Veneto deturpato, così scomposta e sorprendente rispetto all’orizzonte della nostra pianura friulana.

* in november 2018 Vaia Tempest was just one of the most terrible floods that hit Italy.

nel novembre del 2018 la tempesta Vaia è stato solo uno dei più terribili alluvioni che hanno colpito l’Italia

Author
Ilaria Petrussa
Share

Recent Posts

some days around Tuscia

August 24, 2023

  Thousands of years ago the land of high Lazio was composed...

Read More

Kerala Diary- Sketchalogue from God’s own Country

August 24, 2023

Travel is the best opportunity to make memories. My couple of trips...

Read More

Garbage collector

August 24, 2023

Um trabalho fundamental para o meio ambiente e aqui no Brasil os...

Read More

Winter Sketches: Capturing Toronto’s Urban Beauty with Soft Pastels

August 24, 2023

As winter wrapped the city of Toronto in its icy embrace, I...

Read More